Cosa mangiare a Verona: ecco 5 piatti tipici

Se non sai cosa mangiare a Verona, ti consigliamo cinque piatti tipici della splendida città veneta

La cucina veronese si avvale di molti prodotti d’eccellenza, che negli ultimi anni hanno ricevuto certificazioni di qualità, e per la ricca produzione enologica. Sin dai tempi dell’antica Roma le nobili famiglie erano famose in tutto l’impero per la bontà dei piatti che preparavano durante i ricevimenti. Anche successivamente, nel medioevo, si racconta che i principi Scaligeri offrissero pietanze squisite ai propri ospiti.

Ecco cosa mangiare a Verona

Gnocchi

Gli gnocchi di Verona sono un classico della cucina veronese, che veniva preparata solitamente durante il Carnevale. Risalgono alla metà del 1500. Secondo le narrazioni popolari sembra che abbiano salvato la città dalla carestia. L’impasto è preparato con farina bianca, patate e uova. Il condimento ovviamente cambia, dal sugo allo zucchero e cannella per quelli dolci.

Pastissada de caval

Vera prelibatezza, questa ricetta ha più di 1500 anni. È uno spezzatino a base di carne di cavallo, vino, verdure e aromi. Secondo la tradizione al termine della battaglia combattuta nel 489 tra Teodorico e Odoacre c’erano centinaia di cavalli morti. I veronesi affamati tagliarono la carne e la misero a macerare nel vino rosso della Valpolicella, aromatizzandola con spezie e verdure, per poterla consumare all’occorrenza.

Bollito con pearà

Piatto delle grandi feste, il Bollito di carni miste con pearà è un’altra leccornia della cucina veronese. La pearà è una salsa a base di pane grattugiato, brodo, midollo di bue e abbondante pepe. Esistono numerose varianti di questa ricetta.

Nadalin

È un dolce tipico natalizio della tradizione veronese. Ha la forma di stella a otto punte. Nel medioevo fu l’antenato del Pandoro: nacque verso la fine del XIII secolo per festeggiare il primo Natale dopo l’investitura dei Della Scala divenuti signori di Verona. A differenza del Pandoro è un dolce poco lievitato e non molto alto.


Ti potrebbe interessare: Weekend a Verona: 5 cose da non perdere

Fritole

Particolare specie di frittelle, le Fritole veronesi di differenziano dalle Fritole veneziane per la presenza della mela e l’uso della grappa invece del rum. Risalgono probabilmente al ‘300 e venivano preparate in occasione proprio del carnevale. Furono proclamate “Dolce nazionale dello Stato Veneto nel ‘700.

Ad accompagnare questi piatti tipici veronesi non può mancare un buon bicchiere di  Bardolino o Volpicella!

Se vuoi visitare la città ed assaggiare i patti tipici veronesi puoi soggiornare negli appartamenti di Case Così Verona, da qui ti sposti facilmente ovunque.